Digital Copywriting un nuovo modo di scrivere

Digital copywriting Laura Chiappetta
  • 11/05/2022

Per copywriting si intende la scrittura professionale di testi pubblicitari.

Letteralmente: writing= scrivere e copy = testo coinvolgente.

Un copywriter, a differenza del “content writer” (un giornalista), non ha lo scopo di informare semplicemente il lettore, ma ha quello di suscitare in lui interesse, tanto da fargli compiere un’azione ben precisa. Questa azione può essere: l’acquisto di un prodotto, l’iscrizione a una newsletter, l’atterraggio su una landing page, un like a un canale social…

Cos’è il copywriting e come si è evoluto nel tempo

Oggi sentiamo parlare di copywriting e ci sembra una parola legata al mondo internet e alle nuove tecnologie. In realtà è una tecnica molto antica che ha solo cambiato forma con l’evolversi del tempo.
L’approccio verso il lettore è un po’ cambiato rispetto agli anni precedenti.

Non si cerca più di convincerlo ad acquistare un prodotto a tutti i costi, ma si cerca invece di suscitare interesse, di intercettare i suoi bisogni e scavalcare le sue reticenze, affinché poi l’obiettivo economico (che comunque è presente) si raggiunga con meno fastidio.

Non bisogna essere insistenti, dunque, ma neppure annoiare. E qui sta la bravura del buon copywriter: cercare il giusto compromesso di un buon modo di scrivere.

Digital copywriting

Oggi esiste il digital copywriting, più specifico rispetto al classico copywriting, che segue regole leggermente più sofisticate e che ha a che fare tutti i giorni con la nostra quotidianità appena apriamo una pagina social o visitiamo un sito web. Il digital copywriter è diventata oggi una figura professionale molto ricercata dalle grandi aziende.

Il digital copywriting si è specializzato in diverse aree, come illustrato di seguito.

SEO COPYWRITING

L’obiettivo dello scrittore è quello di raggiungere un posizionamento ottimale sui motori di ricerca attraverso l’uso di parole chiave efficaci. Quindi il testo da scrivere non contiene più propriamente un messaggio pubblicitario, ma le parole chiave giuste affinché l’articolo sia posizionato correttamente. Bisogna conoscere bene gli algoritmi che cambiano e le regole di scrittura SEO (per approfondimenti vedi il mio articolo “Restyling di un sito in ottica SEO”).

COPYWRITING DI VENDITA

L’obiettivo è spingere il lettore all’acquisto del prodotto o servizio che si sta presentando. Le regole di scrittura, in questo caso, devono seguire altri canoni: emozionare il lettore, far suscitare in lui l’interesse per quel prodotto, convincerlo ad acquistare.

COPYWRITING TECNICO

Il copywriting tecnico è la scrittura di testi molto specialistici. In questo caso i copywriter non sono quasi mai copywriter professionisti, ma esperti in determinati campi settoriali.

COPYWRITING DI CONTENUTI

I copywriter di contenuti scrivono contenuti per un sito web e si concentrano su un argomento specifico. Il target del loro pubblico è dato dagli utenti del sito web ricevono informazioni su questo argomento e vengono informati delle novità.

COPYWRITING CREATIVO

I copywriter creativi decidono da sé un argomento e lo integrano con determinati prodotti o servizi nei loro messaggi, lavorano su slogan aziendali, titoli o concetti da elaborare.

Quali regole seguire per un buon digital copywriting?

Basta conoscere la grammatica?

Condizione necessaria è ovviamente la conoscenza della grammatica italiana e della consecutio temporum. Saper scrivere bene in italiano, utilizzare i termini appropriati e soprattutto rispettare l’ortografia, sono regole imprescindibili in qualsiasi campo.

In un testo scritto, che sia esso cartaceo o digitale, non è ammesso in alcun modo ignorare le regole di ortografia e sintassi.

Detto ciò, nella professione del copywriter questa condizione non è sufficiente. Non basta conoscere le regole di una buona scrittura per far sì che si diventi un buon copywriter. Bisogna conoscere infatti sia la psicologia delle persone, in quanto dobbiamo mirare a raggiungere i nostri obiettivi puntando su ciò che emoziona il nostro target di pubblico, ma dobbiamo conoscere anche gli algoritmi che governano le macchine sulle quali andiamo a pubblicare i nostri articoli.

SEMPLICI REGOLE DA SEGUIRE

Non mi riferisco solo al SEO, finalizzato al posizionamento sui motori di ricerca, ma anche ai social, alle newsletter, alle landing page, alla vendita online, ecc. Dobbiamo conoscere bene le regole che guidano il dispositivo che ospita questi “scritti” per correggere il tiro delle nostre produzioni. In particolare dobbiamo sapere se andiamo a scontrarci con filtri anti-spam, se il nostro testo è leggibile sia su computer che su smartphone, se abbiamo possibilità di pubblicare un video, se il sistema operativo ci supporta, ecc.

Tutte regole che dobbiamo conoscere affinché i nostri scritti abbiano successo tra i nostri lettori, che sono ben diversi dai lettori che gironzolano attraverso gli scaffali di una libreria, meno eruditi forse, ma molto più esigenti e meno pazienti.

Innanzitutto devi sapere a chi ti stai rivolgendo, devi conoscerne i bisogni e i pensieri.

La scrittura deve essere semplice, con frasi brevi e chiare. Vicina allo stile della grammatica inglese e lontana dalla complessità dei testi universitari, fruibile e piacevole in momenti di relax, esaustiva e senza troppi giri di parole.

Il testo deve avere un bel design. Deve piacere e incuriosire anche nel modo in cui è confezionato (alternare testo a immagini, design moderno e per nulla simile a un libro cartaceo). E qui apro una parentesi personale: il fascino che avvolge un libro cartaceo è ineguagliabile e non potrà mai essere raggiunto da un testo digitale, neppure il migliore di questo mondo. Quindi non porti come obiettivo quello di scrivere un testo come un libro, perderesti già in partenza.

Il tuo scritto non deve distrarre il lettore, ma deve arrivare al sodo in modo chiaro e conciso, con pochi fronzoli

Devi scrivere immaginando di avere una persona di fronte a te: prediligi la seconda personale singolare (il “tu” per chi deve ripassare la grammatica) e fa’ in modo che il tuo articolo somigli a una conversazione

Dovresti poi guidare il tuo lettore a fare ciò che ti sei prefissato come obiettivo con delle azioni mirate (call to action) che, se hai scritto bene il tuo pezzo, l’utente farà istintivamente e con molto entusiasmo.

In ultimo devi ottenere la soddisfazione del tuo lettore. Sappi che dalle critiche negative ci si riprende molto difficilmente , quindi cerca di non attirarle, ma anzi sii molto coerente con ciò che proponi e non deludere le aspettative di chi legge.

Apri la chat
Hai bisogno di informazioni?
Ciao!
Posso aiutarti?