Perché avere un e-Commerce?

perchè avere un e-commerce
  • 19/04/2022

Nel primo trimestre del 2021 l’e-Commerce è cresciuto notevolmente. E non c’è da meravigliarsi.


A ridosso di una pandemia che ci ha visto chiusi in casa, l’online è stata la salvezza un po’ di tutti. Sicuramente dei consumatori, ma anche di alcuni bravi commercianti che si sono lanciati a capofitto in questa vendita alternativa, ognuno come ha potuto.

Ma la vendita on-line non è solo una alternativa e di sicuro non è una vendita di serie B. Chi lo pensa, forse non sa cosa significa avere un e-Commerce che funzioni correttamente.

Come funziona un e-commerce?

come funziona un e-Commerce

Senza entrare troppo nei tecnicismi del funzionamento, possiamo riassumere brevemente dicendo che un e-Commerce altro non è che un bel sito attraente che presenta dei prodotti in maniera chiara ed esaustiva, con belle immagini e che in pochissimo tempo ci convince a scegliere quello che più ci piace e ce lo fa inserire con un clic nel carrello. Ci fa scegliere il metodo di pagamento e in pochi giorni ci  troviamo il nostro bel prodotto recapitato a casa tramite un corriere.

Ovviamente affinchè questo avvenga nel modo in cui l’ho descritto, l’azienda che possiede l’e-Commerce deve effettuare una serie di lavori accurati e precisi. In particolare deve caricare e mantenere aggiornato il catalogo, deve occuparsi del magazzino, avere un buon customer care, monitorare le spedizioni e pubblicizzare il suo e-Commerce.

La parte che più mi sta a cuore è ovviamente l’inizio di questo processo: la creazione del sito.

Attenzione! Non lo dico soltanto perché è la parte di mia competenza professionale, ma ci tengo molto poiché è in questo preciso momento che vengono prese tante decisioni importanti, fondamentali per la buona riuscita del business.

Vantaggi di vendere on-line

Prima di decidere di aprire un negozio online, cerchiamo di capire quali sono i vantaggi di una vendita così particolare.

Incremento delle vendite

Non ci sono limitazioni geografiche
si può vendere da ogni parte del mondo e quindi anche a clienti che non sarebbero mai venuti nel tuo negozio fisico

Non esistono limitazioni temporali
un sito è attivo sempre 7 giorni su 7, 24 ore su 24

Variazione della clientela
spesso in negozio arrivano sempre gli stessi clienti, mentre su internet esiste un’ampia gamma di clienti occasionali

Riduzione dei costi

Un sito costa meno di un negozio fisico
sicuramente i costi di un sito online sono minori rispetto a un negozio fisico, a cominciare dalle spese legate all’affitto, alle vetrine, al personale. Attenzione! Un negozio on-line costa meno, ma non costa poco!

Non ci sono costi di intermediari
un sito vende direttamente senza doversi affidare a distributori intermedi

Approvvigionamento controllato
se si analizzano i dati in tempo reale e si gestisce un e-Commerce con la dovuta attenzione, puoi sapere subito quali sono i prodotti più cercati e più venduti, in modo da mirare l’approvvigionamento e ridurre le giacenze di magazzino

Vantaggi indiretti

Maggiore visibilità del brand
essere su internet con la vendita online, aiuta a migliorare la tua posizione sui motori di ricerca e questo fa sì che il tuo marchio acquisti notorietà.

Gestione amministrativa più snella
con un sito e-Commerce, la gestione di cataloghi, fatture, ordini, spedizioni, magazzino, resi è gestita da un’unica piattaforma semplificando l’intero processo

Apertura verso prodotti di nicchia
ci sono prodotti difficili da trovare o da vendere nei negozi fisici e internet è la soluzione ideale

Vantaggi per il cliente

Risparmiano tempo e costi di viaggio

Scelgono meglio il prodotto adatto alle proprie esigenze, in quanto ogni prodotto è corredato di belle foto e ampie descrizioni, proprio perché non possono essere scelti di persona

Possono usufruire di coupon o sconti in maniera molto semplice e agevole (es. iscrivendosi a una newsletter, oppure dopo un carrello abbandonato, ecc.)

Possono avere una comunicazione diretta, usufruendo di vantaggi personalizzati in quanto si ha una mail di registrazione e con i cookie possono ricevere messaggi mirati sulle loro preferenze

Modelli di e-Commerce

Appurato che la vendita online ha enormi vantaggi, analizziamo rapidamente i modelli di e-Commerce che esistono, affinché possiamo indirizzare la scelta verso la strada giusta.

In base al tipo di prodotto, un e-Commerce può essere:

Indiretto: se vendiamo un bene materiale (acquistato online e spedito tramite un corriere);

Diretto: se vendiamo un bene immateriale (una licenza, un ebook, una consulenza, ecc). In questo caso non serve trasporto, ma basta un download o un codice per ottenere il prodotto.

Invece in base al tipo di cliente, invece un e-Commerce può essere classificato come:

B2C (business to consumer): se il commercio avviene tra azienda e consumatore. Ad es. un negozio di abbigliamento che vende online ai suoi clienti.

B2B (business to business): se il commercio è tra imprese.

C2C (consumer to consumer): se il commercio è tra consumatori che utilizzano una piattaforma per proporre prodotti che non utilizzano più. (ad es.  Vinted, l’app per vendere e acquistare capi di abbigliamento usati).

Una volta stabilito il mercato che ci interessa, dobbiamo fare un’altra scelta importante.

Mi affilio ad un marketplace famoso e già presente sul mercato, oppure mi metto in proprio?
avere un ecommerce in proprio

Quando ci balena in testa il pensiero di vendere online, la prima cosa che ci potremmo chiedere è “mi affilio ad un marketplace famoso e già presente sul mercato, oppure mi metto in proprio?”

Di sicuro vendere su un marketplace ha i suoi vantaggi, ma come tutte le cose, anche i suoi svantaggi. Proviamo a capirci qualcosa.

Vantaggi

1. Non sostieni il costo della realizzazione di un sito e-commerce
2. La platea di clienti è molto ampia e le vendite aumenteranno
3. Il mercato a cui ci si rivolge è internazionale
4. Gli utenti cercano un prodotto specifico e non un marchio, quindi non importa se sei poco conosciuto
5. La maggior parte delle attività di gestione è gestita direttamente dal marketplace
6. Il sito è sicuramente solido, robusto e veloce.

Svantaggi

1. Concorrenza smisurata (leale e sleale)
2. Nessuna garanzia sulla possibilità di rimanere all’interno dal marketplace se violi qualche regola anche inconsapevolmente
3. Commissioni alte

Tenuto conto di questa prima sommaria e rapida analisi, bisogna analizzare bene la scelta che si fa. Nel caso si decida per il marketplace, allora non bisogna fare altro che seguire le linee guida del colosso a cui ci si affida. Se invece si procede con un sito in autonomia, ci si troverà  di fronte a un altro bivio di scelte.

Scelgo un software per e-Commerce (es.Woocommerce, Prestashop, Magento, ecc.) oppure realizzo un sito proprietario su misura per me?

Se ci affidiamo a piattaforme dedicate, si realizza un sito in maniera molto semplice, veloce ed economica. Sono sicuramente ampiamente configurabili, ma non ci saranno molti margini di manovra sulla personalizzazione a proprio piacimento. Un Web Developer competente e professionale, però saprà sicuramente programmare e adattare queste piattaforme alle nostre esigenze.

Se ci dedichiamo invece allo sviluppo di un sito proprietario abbiamo sicuramente il vantaggio di avere un sito costruito su misura per noi ma incorriamo in costi molto più alti e nella possibilità di incappare in società poco affidabili. Se avete questa idea, vi consiglio una società seria e professionale, come beewired.
A questo punto le decisioni sono prese e bisogna iniziare a lavorare, affinché il vostro e-Commerce sia un buon e-Commerce.

Un buon e-Commerce deve

 essere ottimizzato per i motori di ricerca, così da farsi trovare senza difficoltà

garantire ottime prestazioni anche quando il traffico è elevato, non essere lento o andare in errore.

risultare semplice da gestire per ridurre i tempi e quindi i costi di gestione del sito

essere intuitivo per il cliente che deve acquistare senza troppi ostacoli o lungaggini

essere fruibile da qualunque dispositivo, soprattutto mobile

Quando l’ e-Commerce non funziona?

Non è raro trovare e-Commerce che non decollano, non vendono abbastanza o non riescono a farsi notare. E a questo punto si conclude pensando che la vendita online non sia una soluzione abbastanza efficace.

Niente di più sbagliato! La vendita online è efficace quanto quella effettuata nel negozio fisico. E se va male, va male per gli stessi motivi per cui non funzionerebbe un negozio reale. E quindi bisogna chiedersi se la strategia di mercato è corretta, se abbiamo impiegato risorse adeguate, se ci siamo dedicati abbastanza a questo progetto.

Bisogna tenere presente che:
Vendere online è costoso, anche se meno di un negozio fisico

Un sito e-Commerce richiede tempo, costanza e competenza

La comunicazione online è difficile perché non c’è il rapporto diretto con il cliente

Non puoi vendere online se non hai una buona strategia di mercato

Non ti puoi affidare alla prima web agency che ti propone la vendita online: devi valutare le vere competenze

Perché se abbiamo un negozio fisico lo teniamo aperto, curato e pulito? Un negozio necessita di interventi quotidiani tra pulizie, vetrine, controllo disponibilità e magazzino. Chi apre un’attività sa bene che l’apertura è solo il punto di partenza, ma poi quel che conta è la gestione corrente.

Ebbene nel web ci sono le stesse variabili in gioco, ma spesso si fatica a crederci.

Il negozio è il sito!

perchè avere un ecommerce

La vetrina del negozio è data da foto e descrizioni del catalogo online

L’impostazione del negozio è l’impaginazione del sito

Il commesso che parla e spiega è la comunicazione

L’affitto del locale è il costo di manutenzione tecnica del sito

La gestione straordinaria e l’arredamento possono essere le grafiche

La pubblicità si fa per entrambe le attività

Sia nel negozio fisico che nel sito e-commerce, serve personale!

Apri la chat
Hai bisogno di informazioni?
Ciao!
Posso aiutarti?